Avanti Hardy, miei prodi!

Ehhh! Fosse stato davvero così facile…

Ecco come è andata: ieri mattina mi viene l’idea – malsana – di passare finalmente a Ubuntu 8.04 «Hardy Heron», così, dopo aver attentamente analizzato tutte (o quasi) le possibili nefaste conseguenze, stravolgo il mio /etc/apt/sources.list e avvio il dist-upgrade.

Non l’avessi mai fatto… A causa di un bug (descritto in questo topic bello e grosso e, soprattutto, evidenziato) il sistema è imploso sotto le mie mani, così, dopo un backup della mia Home, sono passato ad installare il sistema interamente da capo.

Ho scaricato l’immagine della Alpha 6 alternate dal mirror principale, ho avviato l’installazione e atteso una mezz’oretta circa, fino al completamento della procedura. Al riavvio del sistema ho avuto molte piacevoli sorprese:

  1. ACPI: è stato esteso il supporto del kernel alla scheda madre del mio portatile, ora funziona tutto fin dal primo avvio, non è stato necessario procedere a nessuna particolare modifica della configurazione.
  2. GNOME 2.22: che dire… ho potuto tranquillamente utilizzare il nuovo compositor integrato in Metacity con i driver vesa, finalmente compatibili con la mia ATI Xpress 1200,  in sostituzione dei proprietari fglrx.
  3. Human Theme: davvero spettacolare! Per la prima volta penso che non cambierò una virgola delle impostazioni grafiche di default (fatta eccezione per lo sfondo).

In conclusione: penso che sia giusto sconsigliare l’upgrade a tutti gli utenti poco esperti nella gestione del sistema, soprattutto se soddisfatti dalle funzionalità e dalle prestazioni offerte dall’attuale versione stabile, Gutsy.

Facebook Twitter Linkedin Plusone Pinterest Email

7 pensieri su “Avanti Hardy, miei prodi!

  1. eh si dai.. facciamo che aspetto un po’ :D!! Ora come ora Gusty va bene anche se lo Gnomo 2.22 mi alletta parecchio… Ci penserò dopo gli esami!

    Bellaaaaa

  2. Ciao Alessio,

    avessi una macchina libera, proverei a passare subito a H.E. .

    Anch’io sono molto attratto dalla nuova Gnome 2..22 e da altre nuove applicazioni inserite sulla 8.04 LTS.

    Purtroppo il mio laptop mi serve sempre e non posso sacrificarlo a Hardy….

    … per ora !

    Un saluto,

    Paolo

  3. L’ho provata in versione alpha 5 e devo dire che hai ragione esteticamente e’ molto bella ma si sa’ che l’abito non fa il monaco….cmq ho avuto la sorpresa di poter usare gli effetti desktop e compiz al primo colpo senza smanettare,gnome e kernel non mi hanno dato problemi,solo xorg rispetto alla versione che usavo su gutsy mi dava problemi…..cmq ho cancellato il tutto e sono ripassato alla 7.10 perche’ penso che non sia consigliabile provare le versioni alpha su so principali.

    .aspettando l’uscita della 8.4……….

  4. ho provato l’alpha 6 su un PC così composto:
    Pentium 4 1500Mhz
    1GiB ram
    Nvidia FX 5500 256MiB
    120 GiB maxotor ATA
    Monitor 17″ Siemens CRT

    Purtroppo la cosa è andata male 🙁 il video non riuscivo a configurarlo a più di 640*480, ho provato con tutti i driver ufficiali, con quelli dei repository e con il (poco amato da parte mia) envy… niente da fare.. penso che il problema sia nello xorg ma con sorpresa ho appreso che ha cambiato diverse cose (infatti non ho potuto mettere manina allo xorg.conf, o meglio la manina ce l’ho messa ma non ha sortito effetti…)..

    Il pc non è una bomba ok.. ma credo che soddisfi a pieno i requisiti minimi no? 🙂 spero che la Hardy stable risolva questi problemini.. ma onestamente credo sia dura ^^

    Penso comunque che sul mio PC (amd 64×2, nvidia 7300 512MBtc) non avrà problemi 🙂

    ciao!

  5. Io ho aggiornato da gutsy ad hardy alpha 4 già da un bel pò e non ho avuto nessun tipo di problema. Però l’aggiornamento l’ho fatto direttamente lanciando “sudo update-manager -d” così non c’è bisogno di modificare manualmente il sources.list. Magari ti è andato in conflitto qualche aggiornamento.

  6. Pingback: Alessio Treglia » Compilare il modulo r8168 per le schede ethernet Realtek su Hardy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *