I miei contributi a Lucid

Come feci per Karmic, ecco un breve sunto dei pacchetti sui quali ho lavorato (aggiornamenti e bugfix) per la nuova versione di Ubuntu ormai prossima al rilascio.

Per la stragrande maggioranza dei pacchetti multimediali discussi in questo articolo sono maintainer o co-maintainer anche per Debian.

Internet DJ Console per trasmettere su Internet

La nuova release del client {ice,shout}cast grafico per stazioni radiofoniche Internet fornisce nuove interessanti caratteristiche e risolve numerosi bug riscontrati nelle precedenti versioni.

L’applicazione non ha bisogno di particolari descrizioni, chiunque abbia anche solo provato a trasmettere stream audio su Internet, su sistemi Debian e Ubuntu, l’ha installata e avviata almeno una volta. Ecco una schermata:

MP3 Diags per correggere i file MP3

L’applicazione aggiunge una notevole solidità alle caratteristiche già discusse in passato su questo blog e Marian Ciobanu, lo sviluppatore, già da alcuni mesi ha rilasciato una prima versione 1.0 veramente stabile; su Lucid, come anche su Debian squeeze, è presente l’ultima versione disponibile.

LiVES, un ottimo strumento per VJ

Già presente in Karmic, ora disponibile per Lucid con l’ultima versione disponibile, arricchita di infinite funzionalità. Ottimo sia come editor video che per il VJing.

Direttamente dagli anni ’80: Nekobee!

Da qualche mese ho affiancato Free Ekanayaka nel mantenimento per Debian di questo fantastico clone del TB-303, il famoso sintetizzatore per bass line della Roland. Disponibile in Lucid la versione più recente.

Costruire il proprio sintetizzatore con Alsa Modular Synth

Alsa Modular Synth é un’implementazione digitale di un sistema modulare di sintesi analogica. In pochi termini, ams mette a disposizione numerosi moduli di base (oscillatori, amplificatori, filtri di diversi tipi e molti altri) che si possono assemblare e personalizzare al fine di progettare un sintetizzatore virtuale utilizzabile in tutte le applicazioni host compatibili con JACK. Va notato che, grazie a questo approccio e alle infinite combinazioni possibili, si hanno a disposizione innumerevoli configurazioni ed è possibile adottare la tecnica di sintesi che più si preferisce: è infatti possibile creare synth additivi, sottrattivi o a modulazione di frequenza con una incredibile semplicità e con pochi clic del mouse.

Sia in Debian testing che in Lucid é presente l’ultima versione stabile rilasciata.

Il synth definitivo: Bristol

Semplicemente: il miglior sintetizzatore a emulazione analogica in circolazione per GNU/Linux. Per avere un’idea degli strumenti offerti da Bristol basta dare un’occhiata all’elenco dei synth emulati: non é impressionante?

Attualmente su Debian sid é disponibile l’ultima versione di sviluppo, su Lucid é presente l’ultimo rilascio stabile.

Il mio sequencer preferito: Qtractor

Per chi, come me, proviene da esperienze di produzione basate sull’utilizzo massiccio di strumenti professionali come Cubase SX e Logic, disponibili solo su sistemi Windows e Mac, Qtractor rappresenta la luce. I motivi per affermare ciò sono rintracciabili nell’elenco delle caratteristiche fornite:

  • Registrazione e sequencing audio/MIDI multitraccia
  • Possibilità di utilizzare un numero infinito di tracce
  • Numero infinito di effetti per traccia
  • Editing non lineare e non distruttivo, infiniti step undo/redo
  • Supporto completo per JACK come sistema audio e ALSA per il sequencing MIDI
  • Mixer e monitor integrati, patchbay integrato per il controllo di tutte le connessioni (simile a QjackCtrl)
  • Supporto per i formati OGG, MP3, WAV, FLAC, AIFF e molti altri
  • File di progetto in formato XML
  • Supporto per plugin LADSPA, DSSI, VSTi nativi e LV2
  • Interfaccia intuitiva e personalizzabile, con supporto per drag-and-drop, multiselezione e point-and-click.

Potete trovare l’elenco completo al link presente sopra.

SooperLooper aggiornato all’ultima versione

Il vecchio maintainer aveva perso interesse per questo ottimo campionatore, così ho pensato di sistemarlo e aggiornarlo in tempo per il rilascio di Lucid. Ecco una schermata:

Editing avanzato con Snd

Operazioni riguardanti la finalizzazione delle tracce (come il mastering) richiedono pazienza, grande accuratezza e precisione e Snd fornisce tutto il necessario per un risultato professionale. Non fatevi ingannare dalla sua interfaccia semplice e minimale, le sue numerose caratteristiche e il supporto per i plugin LADSPA lo rendono un editor adatto a tutte le necessità.

Sia su Debian squeeze, per la quale é disponibile l’ultima versione, che su Ubuntu 10.04 «Lucid Lynx» sono disponibili diverse soluzioni:

  • snd-gtk-jack fornisce un’interfaccia grafica e il supporto per JACK
  • snd-gtk-pulse affianca all’interfaccia GTK il supporto per PulseAudio
  • snd-nox é una versione dell’editor compilata senza il supporto per X

Transcodificare video con Transmageddon

Grazie al supporto della piattaforma GStreamer, Transmageddon é lo strumento adatto ai più esigenti; il numero di formati supportati dipende dai codec rilevati sul sistema. Ecco una schermata della finestra principale dell’applicazione:

DeVeDe e Avidemux

Aggiornati entrambi alle ultime versioni disponibili.

Bombono DVD: un’altra applicazione per il DVD authoring

Entra negli archivi di Ubuntu, per la prima volta, l’applicazione di authoring per DVD Video che grande successo ha riscosso negli ultimi mesi nei vari forum degli utenti. L’applicazione é ben scritta, il suo utilizzo é semplice e l’interfaccia intuitiva: non vi resta che installare il pacchetto bombono-dvd.

Gestire i propri download con Uget Download Manager

Uget é un completo gestore di download scritto in GTK di facile utilizzo. La versione presente sia in Debian testing che su Ubuntu Lucid è l’ultima stabile. Qui potete trovare alcuni screenshot illustrativi.

Simple Scan per una facile scansione di documenti e immagini

Simple Scan é un’applicazione scritta da un dipendente Canonical, Robert Ancell, ed è stata pensata per tutti quegli utenti che hanno necessità di effettuare velocemente la scansione dei propri documenti senza dover badare alle innumerevoli opzioni presenti in XSane, sostituito nell’installazione di default proprio dallo stesso applicativo.

Il pacchetto simple-scan é presente anche in squeeze, ma devo dire che le operazioni di manutenzione non mi sono rese proprio facili dall’autore del programma, che si ostina a ignorare la possibilità di merging per Ubuntu e continua a caricare nuove versioni prima negli archivi della derivata più celebre di Debian che in quelli della “roccia sulla quale è costruita” la stessa Ubuntu. Non confido nella possibilità che le cose un giorno cambino, ma si sa, la speranza é l’ultima a morire.

gmusicbrowser, un semplice jukebox per GNOME

gmusicbrowser é un’applicazione scritta in Perl + GTK e consente di organizzare la propria collezione di musica in modo estremamente semplice e intuitivo. Benchè sia simile a Rhythmbox, l’applicativo é stato progettato per consentire una veloce gestione di collezioni musicali di grandi dimensioni e inoltre, trattandosi di un linguaggio interpretato, fornisce il supporto per tutte le architetture.

Il pacchetto gmusicbrowser é disponibile sia negli archivi di Debian che in quelli di Ubuntu e fornisce l’ultima versione disponibile.

libmtp e il supporto per i lettori multimediali

libmtp é un’implementazione open source del protocollo Media Transfer Protocol di Microsoft, per l’esattezza la libreria fornisce un’implementazione per tutte le interfacce definite nella classe di servizi proposta per la standardizzazione, nota come MTP Basic.

Oltre ad ampliare il supporto a tali dispositivi di numerosi applicativi come Rhythmbox, Amarok, Banshee e Nautilus (il file manager di GNOME), libmtp fornisce anche dei programmi a riga di comando utili per comunicare direttamente con le periferiche: tali programmi sono disponibili nel pacchetto mtp-tools.

Per un elenco completo delle periferiche la cui compatibilità é stata testata, consultare questa pagina.

Concludo segnalandovi un evento:

Workshop su UbuntuStudio tenuto all'ex Mattatoio di Aprilia

Ebbene sì, ho tenuto un workshop su UbuntuStudio per un’associazione culturale di Aprilia ma non ho avuto modo di avvisarvi per tempo 🙁

Link

Facebook Twitter Linkedin Plusone Pinterest Email

3 pensieri su “I miei contributi a Lucid

  1. Pingback: Tweets that mention Alessio Treglia » I miei contributi a Lucid -- Topsy.com

  2. Beh, non posso fare altro che dirti grazie per il lavoro che svolgi verso la comunità. 🙂

    Inoltre mi hai fatto scoprire molte applicazione nuove!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *