In risposta a Guido “Guiodic” Iodice

Questo articolo è la mia risposta al commento lasciato da Guido Guiodic Iodice sul suo blog:

Guido,

ogni volta che capita di trovarsi in una situazione del genere provo dispiacere.

L’effettiva utilità delle guide alle quali hai contribuito in passato è almeno pari a quella di tante altre presenti sul wiki italiano. Aiutare le persone in difficoltà, scrivere buone guide, tradurre stringhe dei programmi o della documentazione, {creare,mantenere} pacchetti, risolvere bug, sono modi diversi di contribuire allo sviluppo del sistema e della Comunità, Ubuntu significa proprio questo, nessun ruolo ha più dignità degli altri e da ciò deriva che nessuno ha il diritto di ricevere un trattamento speciale.

Non ho mai goduto nell’assistere ad atti di martirio (in tutta sincerità, sul forum non mi è mai capitato nulla di simile) né aspiro a diventare un martire, e in generale odio le scenate drammatiche ispirate a quel senso del tragico che fu elemento caratterizzante della tradizione magnogreca. Anche io ho scritto e revisionato numerose guide, entrai nella Comunità italiana come semplice contributor della Documentazione, dopo essere diventato Editore del wiki, quindi Amministratore (ruolo che ancora oggi ricopro) e infine traduttore decisi di dedicarmi allo sviluppo: ciononostante, puoi stare certo che se avessi infranto le regole del gioco, avrei pagato anche io, proprio come chiunque altro.

Per motivi spesso molto diversi, in alcuni casi per scelta e in altri per necessità, ho visto tante altre persone, prima di te, prendere altre strade, me ne sono sempre dispiaciuto ma la vita è questa, la Comunità Italiana di Ubuntu, come quella internazionale, sopravvivono alle perdite: voglio ripeterlo, sono dispiaciuto ma non vedo neanche un solo motivo per farne una tragedia. Perciò, ti auguro tutta la fortuna di cui potrai avere bisogno.

See you 😉

Page 1 of 2 | Next page