Procedura di rooting per Toshiba Folio 100

Aggiornamenti:

  • 2011-05-12: Ho aggiornato la guida con le istruzioni necessarie al rooting permanente. Inoltre, ho messo a disposizione un archivio compresso contenente tutto il necessario.

Dopo aver effettuato l’aggiornamento all’ultima versione del software Toshiba vi sarà capitato di notare che il buon vecchio SuperOneClick non é più una soluzione valida per ottenere i privilegi di root.

Sul forum di xda-developers é prontamente comparso un thread che guida l’utente al ripristino di un’immagine precedente all’aggiornamento upstream al fine di aggirare il problema. Ma io, da buon malfidato, ho preferito lasciar andare e cercare una soluzione per conto mio.

Beh, eccola qui, semplice e efficace.

Si comincia installando l’Android SDK e configurando correttamente ADB per il corretto riconoscimento del Toshiba Folio 100 (una buona procedura testata su Ubuntu si trova qui). Poi si passa a scaricare e scompattare questo file.

Dopo aver smontato ogni SD dal Folio, collegato il device e abilitato la modalità di debug, bisogna spostarsi nella cartella contenente l’SDK, copiare psneuter o rageagainstthecage e tutte le utility necessarie dell’archivio compresso nella memoria interna, dunque entrare nella ADB shell. In breve:

cd ~/android-sdk-linux_86/platform-tools
./adb push rageagainstthecage /data/local/tmp
./adb push busybox /data/local/tmp/
./adb push su /data/local/tmp/
./adb push Superuser.apk /data/local/tmp/
./adb shell

Ora siamo nel device, lasciamo compiere all’exploit il suo dovere:

$ cd /data/local/tmp
$ chmod 4755 rageagainstthecage
$ ./rageagainstthecage

Riavviamo adb, montiamo il filesystem in modalità di scrittura e entriamo nuovamente nella shell:

./adb kill-server
./adb start-server
./adb remount
./adb shell

Infine, non resta che installare a manina tutti i tool che ci permetteranno di ottenere nuovamente i privilegi di root dopo il riavvio del device (la presenza del carattere cancelletto ‘#’ indica i nuovi privilegi ottenuti):

# cd /data/local/tmp
# ./busybox cp busybox /system/bin
# chmod 4755 /system/bin/busybox
# busybox cp Superuser.apk /system/app
# busybox cp su /system/bin
# chmod 4755 /system/bin/su

Se tutto é andato a buon fine, root é abilitato e funzionante.
Altrimenti, ripetere la procedura con psneuter.

Riferimenti

Facebook Twitter Linkedin Plusone Pinterest Email

4 pensieri su “Procedura di rooting per Toshiba Folio 100

  1. Pingback: Applicazioni non installate - Forum Android Italiano

  2. Salve Alessio e grazie in anticipo se vorrà aiutarmi a scoprire ed usare android correttamente

    Sono possessore dalla scorsa settimana di un Toshiba Folio 100 (il mio primo tablet ed il mio primo dispositivo con Android). Miè stato assicurato dal rivenditore che si trattava dell’ultimo modello in commercio per cui come primo aiuto mi potrebbe spiegare come faccio a vedere che modello/versione/release ho comprato?

    Seconda e cruciale questione: mi connetto ad internet tramite il mio portatile acer usando un chiavetta Huawei 1750 con sim wind e non dispongo di un router.
    Per navigare vorrei usare il Folio, lo Huawei 1750 con sim wind senza dover comprare come mi èstato suggerito dal rivenditore la pennetta della toshiba della wind

    Legegndo questo articolo ho saputo del team XDA Dexter (credo si chiami così) e mi pare di aver capito leggendo qua e là in rete che esiste un modo per usare tutte le chiavette
    QUINDI Le chiedo gentilmente di essermi guida in questa “quest”

    quali sono i primi passi da compiere per attivare e sfruttare al massimo il mio nuovo Folio 100?
    come posso usare lo Huawei 1750 con sim wind per navigare con il folio (visto che anche se lo attacco al folio nn me lo identifica anzi mi dice periferica danneggiata…cosa impossibile visto che su notebook acer funziona!)

    Attendo un suo thread, un PM, una mail un qualche contatto sull’argomento e già da ora ringrazio per l’aiuto

    • Con “ultimo modello” non ho ben capito a cosa tu ti riferisca :/
      In ogni caso, ultimo, penultimo o primo conta poco, l’importante é che funzioni 🙂

      Passiamo al 3G.
      Al momento le soluzioni sono poche, tutte raggiungibili attraverso una sola via: il modding.
      Come puoi vedere qui, ci sono alcune mod funzionanti. Quella forse più utilizzata é la FolioMod 1.3, penultima versione di Dexter (e non l’ultima 1.4, più recente e performante ma sprovvista del supporto 3G). Qui invece trovi un port di Honeycomb, l’ultima versione di Android, che Toshiba non supporterà mai ufficialmente ma che sembra fornire il supporto alle internet key. Ce ne sono anche altre in quel forum, come la FolioBlur e la FolioNotion, ti consiglio di provarle per trovare quella più adatta alle tue esigenze.

      Per quanto riguarda il metodo di installazione delle mod, prova a seguire qualcuna delle guide presenti in questo forum, personalmente non me la sento di consigliarti alcun metodo per il semplice motivo che io uso ancora l’immagine stock della casa produttrice. Ti chiederai: “Ma come?? Uno smanettone come te si accontenta del sistema installato di default, per altro non esente da bug?“, la risposta é semplice: io uso il Folio per lavoro e tutto ciò che mi serve (e il 3G non mi è necessario) sono riuscito a recuperarlo in giro per la rete. Insomma, lo stock Toshiba é sufficiente stabile e funzionante per soddisfare le mie necessità.

      Nel caso un giorno dovessi decidere di sovrascrivere il sistema con una mod più recente, vedrai queste pagine arricchirsi di un articolo in più 🙂

  3. Pingback: Alessio Treglia | Toshiba Folio100, ecco Android Honeycomb

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *