Quando tutto ebbe inizio

Cominciamo dalla seconda: sì, mancano giusto titoli di coda e ringraziamenti.

La prima, invece, merita qualche riga in più.

Ciò che ho scritto prima non è altro che il flusso dei ricordi che ha attraversato la mia mente quando, pochi giorni fa, nell’aprire la posta mi accorsi di aver ricevuto una mail che aveva il seguente oggetto:

New Debian developer Alessio Treglia

Aprii di corsa Chromium, XChat e mi accorsi che, beh, sì, era tutto vero.

NM completata: “congrats alessio!

Mi trovavo seduto nel laboratorio Campus One e, dopo aver fatto il pieno di complimenti, pacche-sulle-spalle, minacce e soprattutto ricatti, spensi il laptop e rimasi così a osservare i riflessi sullo schermo del computer, cercando di ricordare da che parte fosse cominciato tutto.

Ringraziamenti

  • Enrico Zini: il mio AM, al quale prometto che dedicherò ad Arista Transcoder sempre la massima attenzione.
  • Luca Falavigna: il mio mentore, sponsoradvocate: cosa volete di più?[4]
  • Free Ekanayaka: un grande developer ma soprattutto una bella persona che ho avuto il piacere di conoscere all’UDS di Dallas, se oggi sono un membro attivo del Debian Multimedia Team gran parte del merito (o della colpa, dipende dai punti di vista) é suo
  • David Paleino: preparato, un po’ pignolo ma tanto simpatico e davvero bravo. Donne! È tutto vostro!
  • Giuseppe Iuculano: penso che sia più felice di me per la mia NM. Devo avergli fatto due palle di proporzioni incredibili! Tant’è che è stato lui il primo a propormi di avviare la procedura per diventare Debian Developer 🙂

Ma il ringraziamento più grande e più sentito va a Lei, Valentina, il mio centro di gravità, che ogni giorno, da più di tre anni e mezzo, sopporta e sostiene questo ex-fighetto ormai definitivamente trasformato in un vergognoso nerd[5].

Senza di te nulla sarebbe stato uguale.

[1] Oddio, non è proprio del tutto vero, ma fate finta di credermi…

[2] Odio tale definizione volgare e populista per l’arte dello sviluppo del software, ma in questo caso è utile allo scopo.

[3] No, il masterizzatore non c’entra nulla, piuttosto date un’occhiata qui.

[4] Cooooosaa?? Una cena da Roadhouse??

[5] Avete presente la favola della principessa che bacia il ranocchio che poi si trasforma un principe che poi… Beh, il resto non conta, per capire cosa intendo vi basta scambiare il principe col ranocchio.

Page 2 of 3 | Previous page | Next page