Brand personality e Linux

Desidero portare all’attenzione dei miei lettori una recente ricerca della prima Università di Roma che come obiettivo ha lo studio del coinvolgimento dei consumatori e il loro orientamento verso le marche dei sistemi operativi.

Per partecipare alla ricerca e compilare il questionario online, nel quale vi verranno poste domande su Windows, Mac OS X e Linux, sono richiesti solo un nome utente e una password.

Vacanze, finalmente

Desiderate e meritate.

Ho finito ieri gli esami di luglio e finalmente oggi mi sono goduto la mia prima mattinata di mare.

Stamattina mi ha chiamato Luca Gambardella per avvisarmi della fine dei lavori sulle sue pagine di prova ed ecco il risultato: scusami Luca, ma più di così oggi non sono riuscito a fare.

Piccolo riassunto dei giorni precedenti:

  • il blog che state leggendo è stato irrangiungibile per un paio di giorni: colpa mia, per creare un nuovo virtual host ho erroneamente premuto il pulsante sbagliato e, come per magia, il dominio alessiotreglia.com era stato redirezionato su un sito americano.. un casino, ho dovuto downgradare WordPress dall 2.6 alla vecchia 2.5. Un grazie ai ragazzi di Netsons per l’assistenza;
  • ho assistito alla accesa discussione via planet fra Milo e Luca e, beh, non ho pareri in merito;
  • ho cercato di sapere cosa succederà a Amber, la ragazza di Wilson, nell’ultima puntata della quarta serie di Dr. House: tutto inutile, non sono riuscito a reperire la puntata in lingua originale.

Arriviamo ai saluti: buone vacanze a tutti!

Finito.

Noi, “Ubunteromani”

In questi ultimi giorni, i contenuti di questo blog si sono molto alleggeriti, merito delle ultime evoluzioni in casa Ubuntu-it, della fresca-fresca Coppa Italia conquistata dalla squadra della Capitale e, beh, del mio umore, inversamente proporzionale alla voglia de lavorà.

E allora ecco un altro post light, ottimo pane per i denti degli amanti del cazzeggio: vi presento 6 fantastici Ubunteromani!

Io, d’accordo con Travaglio

Non sono uno di quelli che, tirato il sasso, si apprestano a nascondere la mano. In ventiquattro anni di vita non mi è mai capitato di scendere d’improvviso dalle nuvole, so bene cos’è la realtà e ne conosco alla perfezione la sua meccanica. Perciò mi stupisco di Fabio Fazio. Ma non solo di lui.


Mi stupisco di quelli che fanno casino, per poi chiedere scusa. Mi stupisco di quelli che urlano “lesa Maestà” riferendosi all’affronto subito da una certa carica dello Stato (maddeche?), che proprio come un’altra non è. Mi stupisco di chi teme che “in questo modo si possa minare il dialogo”. Mi stupisco di coloro che vogliono vivere in un paese di legalità, e dunque “via i rumeni”. Mi stupisco di chi non ricorda. Mi stupisco di chi, vent’anni fa, frequentava male: povero, Lui. Mi stupisco di chi, per zittire, querela – pare essere una moda che tira molto, negli ultimi anni.

Tutta la mia solidarietà va a Marco Travaglio e a tutti quei giornalisti che fanno il proprio lavoro con estrema serietà e con il massimo della professionalità.

Link

Corriere della Sera

RaiNews24

Meccanica, SIW e tre settimane di vita, ovvero “La passione di Quadrispro”

Mi sono lasciato alle spalle un mese davvero infuocato: dei due esami sostenuti la scorsa settimana il secondo di questi mi ha letteralmente privato del sonno, già disturbato di suo da un fastidio acciacco fisico (ho scoperto di bruxare 🙁 sigh).

Mi riferisco a Sistemi informativi sul web, sicuramente il corso più interessante della mia esperienza universitaria, grazie al quale ho avuto modo di imparare, per la prima volta, aspetti e argomenti che avevo sempre tralasciato in passato, un po’ per pigrizia, un po’ per indolenza e un po’ perchè, beh, mi appassionano maggiormente i problemi di più basso livello.

E così mi sono ritrovato fra le mani un validissimo motivo per sviluppare i miei progetti utilizzando Java: servlet e JSP mi hanno aperto gli occhi su una parte di mondo che avevo sempre trascurato.

Sul sito del corso sono disponibili tutte le informazioni necessarie per sostenere e superare l’esame con successo, in particolare è possibile trovare le specifiche del progetto, da sviluppare in poco meno di un mese, della sessione appena conclusa.

E il risultato? È disponibile a questo indirizzo, mentre per il codice sarà necessario attendere un altro paio di settimane, lo pubblicherò a verbalizzazione conclusa.

Concludo con una nota relativa ai lavori di ristruttrazione del wiki: visto la fine annuncata del ciclo di vita di Edgy, ho quasi finito eliminare/segnalare-come-deprecate le guide dedicate a tale versione.

È morto Enzo Biagi

All’età di 87 anni si è spento uno dei più grandi cronisti italiani, proprio lo stesso che, in una radio locale di Bologna, diede l’annuncio della Liberazione.

Se ne va un Italiano esemplare, un patriota vero, un maestro del giornalismo: con Lui se ne va soprattutto un pezzo della nostra coscienza storica.

Seguono i link agli articoli dei maggiori quotidiani:

Mi trasferisco!

Ciao!

Proprio poco fa ho inviato a Milo l’indirizzo del nuovo feed del blog, facilmente raggiungibile dalla barra qui a fianco. Questo in seguito alla decisione di abbandonare WordPress.com per migrare sulla piattaforma di Netsons.org, la quale mi garantisce più ampie libertà di editing e di gestione del blog.

Un ringraziamento va a Netsons.org per gli ottimi servizi inclusi nel loro pacchetto free.