Karmic, alcune novità – parte II

Proseguiamo con la panoramica delle novità introdotte nella versione di sviluppo di Ubuntu, attuale Ubuntu+1.

Preso da una folgorante passione per la multimedialità (sono perfino entrato a far parte di Ubuntu MOTU Media team e Debian Multimedia packages maintainers), ho pensato di prendermi cura di alcune applicazioni che hanno come compito principale quello di facilitare la vita di tutti quegli utenti sempre poco soddisfatti dei vari editor audio/video, ripper, encoder et similia messi a disposizione dal più popolare sistema GNU/Linux.

Video for Linux 2 Universal Control Panel

Desidero inaugurare tal succulento banchetto con un software che ben conosce chi in passato, mentre si apprestava a configurare la propria webcam, ha incontrato problemi relativi alla regolazione di parametri dell’immagine come luminosità, contrasto e saturazione.

Sto parlando di v4l2ucp, un semplice pannello di controllo sempre utile, talvolta necessario, a migliorare la qualità delle immagini riprese attraverso periferiche compatibili con Video 4 Linux Two.

L’applicazione legge la descrizione dei controlli forniti dalle periferiche V4L2 e, partendo da questa, fornisce all’utente un’interfaccia grafica contenente tutti i sopra citati controlli, consentendo all’utente di personalizzare ogni singolo dettaglio.

Per installare il pacchetto, è sufficiente digitare:

sudo apt-get install v4l2ucp

Avidemux

C’è poco da aggiungere sul programma in questione, la sua estrema facilità d’uso è nota e la riorganizzazione in moduli dei plugin effettuata da upstream dalla versione 2.5 (su Karmic è disponibile la 2.5.1) l’hanno reso più flessibile e potente.

Seguono alcune schermate d’esempio (si riferiscono tutte alla versione per GNOME):

Sono disponibili tre pacchetti diversi, uno per ognuna delle interfacce utente disponibili. Se usate GNOME e volete installare la versione sviluppata con le librerie GTK+, vi basta digitare:

sudo apt-get install avidemux

Se invece siete degli utenti di KDE, vi conviene installare l’interfaccia progettata con le librerie sviluppate da Nokia:

sudo apt-get install avidemux-qt

Nel caso in cui siate dei dannati nerd amanti della tastiera e dello schermo nero-che-più-nero-non-si-può, sono sicuro che rimarrrete piacevolmente stupiti dalla command line interface:

sudo apt-get install avidemux-cli

Insomma, ce ne é per tutti i gusti, non vi resta che provare.

Conclusioni e ringraziamenti

In realtà, dato che questa non è l’ultima puntata della saga “Ecco cosa vi aspetta“, ciò che segue rientra più nella categoria dei secondi che in quella dei primi.

Desidero ringraziare Christian Marillat, Debian Developer nonché maintainer del noto repository multimediale, con il quale ho avuto il piacere di collaborare al miglioramento di diversi pacchetti presenti sia in Ubuntu che nel suo repository.

Nella prossima puntata vi guiderò alla scoperta di alcune delle altre new entries che saranno disponibili dalla prossima Ubuntu 9.10 «Karmic Koala».